Codice morale

Da Luigi Cascioli:

  1. Non si commette peccato se i coniugi compiono l’atto sessuale senza provare piacere. (Casistica).

    Fu in seguito a questo precetto che le donne per non compiere il peccato di concupiscenza, di cui poi dovevano confessarsi (molto probabilmente ce ne sono ancora di queste), recitavano durante il coito: “Non lo fò per piacer mio ma per dare un figlio a Dio”.

  2. Se durante il coito uno dei due coniugi desidera ardentemente l’altro, costui compie peccato mortale. (S. Geronimo - Teologo).
  3. I palpeggiamenti che precedono il coito, da considerarsi peccato veniale se si limitano a semplici carezze, assumono una gravità mortale se sono eseguiti con baci sugli organi genitali e sulla bocca e soprattutto se con l’introduzione della lingua. (Debreyne - Teologo).
  4. Il coito tra marito e moglie deve essere praticato non più di quattro volte al mese. (Sanchez- Teologo)
  5. Non è peccato se ad un coito compiuto durante il giorno ne segue un altro nella notte successiva. (Sant’Alfonso de Liguori - Teologo).
  6. Non è peccato se uno dei coniugi si ritira dal coito prima di emettere semenza. (Ciò perché si credeva che anche la donna producesse liquido seminale). (Sanchez- Teologo).
  7. Poiché l’uomo s’indebolisce prima, la donna commette peccato se pretende due prestazioni consecutive. (Zacchia- Teologo).
  8. Tra gli atti preliminari del coito sono considerati veniali la penetrazione del membro nella bocca e l’introduzione di un dito nell’ano della donna. (Codice ecclesiastico).
  9. Commette grave peccato mortale l’uomo che misura la lunghezza del proprio pene. (Monsabré - Teologo).
  10. La masturbazione femminile, considerata veniale se eseguita sulla parte esterna della vagina, diventa peccato mortale se viene praticata con l’introduzione delle dita o di altro qualsiasi strumento. (Debreyne - Teologo).
  11. Poiché il distendersi sul dorso è contro natura, per non commettere peccato la donna deve eseguire il coito mostrando all’uomo la sua parte posteriore. (Casistica).
  12. Quando una donna dice di essere stata violentata dal demonio, affinché si possano esaminarne gli effetti, si deve eseguire un’approfondita analisi su di essa osservandone minuziosamente la vagina e l’ano. (Per farci un’idea di come venivano operati questi controlli dai padri inquisitori nei conventi quando le suore erano possedute dal demonio, basta riportare ciò che scrissero alcuni testimoni ai fatti: “Il vizio dei teologi inquisitori si realizzava in cerimonie scandalosamente oscene” (Margaret Murray).

    “La curiosità dei giudici era insaziabile, essi volevano conoscere tutto dei rapporti sessuali che le monache avevano avuto con il demonio entrando in ogni più piccolo dettaglio” (Henry Lea). (Una prassi che si pratica ancora oggi nei confessionali), e Jacques Fines, cronista del tempo, scrive di aver visto gli inquisitori stessi violentare le suore durante i loro accertamenti. (Praticamente gli inquisitori sostituivano le dita con il membro).

  13. Perché il coito non costituisca peccato, lo sperma deve essere lasciato nell’interno della vagina oltre le labbra dell’utero (Ultra uteri labra). (Zacchia -Teologo).
  14. Per combattere la frigidità che si dimostrava attraverso la mancata erezione del pene, se si dovevano far celebrare tre messe secondo Sanchez, per gli altri teologi era invece più efficace ricorrere all’esorcismo o alla pratica della comunione.
  15. Il coito anale non costituisce peccato mortale se viene concluso nella vagina. (Sanchez -Teologo).
  16. I seminaristi e i giovani preti commettono solo peccato veniale se arrivano all’eiaculazione attraverso semplici carezze. (Diagonali).
  17. Contrariamente alla polluzione involontaria che non genera colpa, è da ritenersi peccato gravissimo la masturbazione perché essa, secondo a chi si rivolge il pensiero, corrisponde all’adulterio, all’incesto e allo stupro. La masturbazione diventa poi un orribile sacrilegio se l’oggetto del desiderio è la Beata Vergine Maria. (Sanchez - Teologo).

3 Commenti a “Codice morale”

  1. Edo afferma:

    A cotale oscurantismo offerto dalla morale (?) cattolica mi sento solo di rispondere con una delle piu’ esilaranti scene della filmografia di Monty Python. La scena e’ tratta da “Meaning of Life” part II Growth and Learning: la lezione di sesso tenuta dal Prof Humprey (gli altri personaggi sono tutti studenti, a parte Helen che e’ la moglie di Humprey).

    HUMPREY: Now, sex. Sex,
    sex, sex. Where were we? [sniff] Well, had I got as far as the penis
    entering the vagina? [sniff]
    PUPILS: Umm. Mmmm.
    [silence]
    BIGGS: Nnnno, sir.
    WATSON: No, sir.
    BIGGS: No, sir.
    WATSON: No.
    PUPILS: No…
    WATSON: No.
    HUMPHREY: Well, had I done foreplay?
    [silence]
    PUPILS: Mmmm. Yeah. Yeah…
    WATSON: Yes.
    BIGGS: Yes, sir.
    WATSON: Yes, sir.
    HUMPHREY: Ahh, well, as we all know all about foreplay, no doubt you can tell
    me what the purpose of foreplay is,… Biggs.
    BIGGS: Uhm– Don’t know. Sorry, sir.
    HUMPHREY: Carter.
    CARTER: Ah. Uhh, was it taking your clothes off, sir?
    HUMPHREY: Well, and– and after that?
    WYMER: Ooh. Putting them on the lower peg, sir?
    PUPILS: [chuckling]
    [whop]
    HUMPHREY: The purpose of foreplay is to cause the vagina to lubricate, so
    that the penis can penetrate more easily.
    WATSON: Could we have a window open, please, sir?
    HUMPHREY: Yes. Harris, will you? And, of course, to cause the man’s penis
    to erect and har… den! [sniff] Now, did I do vaginal juices last week?
    Oh, do pay attention, Wadsworth! I know it’s Friday after– Oh, watching
    the football, are you boy? Right! Move over there. I’m warning you! I
    may decide to set an exam this term.
    WATSON: Oh, sir.
    BIGGS: Oh, sir.
    PUPILS: Oh, sir…
    HUMPHREY: So, just listen. Now, did I or did I not… do… vaginal…
    juices?
    PUPILS: Mmm. Mmm. Yes, sir. Yes, sir.
    HUMPHREY: Name two ways of getting them flowing, Watson.
    WATSON: R– rubbing the clitoris, sir?
    HUMPHREY: What’s wrong with a kiss, boy? Hmm? Why not start her off with
    a nice kiss? You don’t have to go leaping straight for the clitoris like
    a bull at a gate. Give her a kiss, boy.
    WYMER: Suck the nipple, sir?
    HUMPHREY: Good! Good. Well done, Wymer.
    DUCKWORTH: Uh, stroking the thighs, sir.
    HUMPHREY: Yes. Yes, I suppose so. Hmm?
    PUPIL IN FRONT: Oh, sir. Biting the neck.
    HUMPHREY: Yes. Good. Nibbling the earlobe, uhh, kneading the buttocks,
    and so on and so forth. So, we have all these possibilities before we
    stampede towards the clitoris, Watson.
    WATSON: Yes, sir. Sorry, sir.
    HUMPHREY: Now, all these forms of stimulation can now take place,…
    [clunk clunk]
    [clunk]
    [clunk clunk]
    [clunk clunk]
    [twong]
    …and, of course, tongueing will give you the best idea of how the juices
    are coming along. Helen! Now, penetration and coitus– That is to say,
    intercourse up to, and including, orgasm. Ah, hello, dear. Do stand up
    when my wife enters the room, Carter!
    CARTER: Oh, sorry, sir. Sorry.
    HELEN WILLIAMS: Humphrey, I hope you don’t mind, but I told the Garfields we
    would dine with them tonight.
    HUMPHREY: Yes. Yes, well, I suppose we must.
    HELEN: And I said we’d be there by eight.
    HUMPHREY: Well, at least it’ll give me a reason to wind up the staff meeting.
    HELEN: Well, I know you don’t like them, but I couldn’t make another excuse.
    HUMPHREY: Well, it’s just that I felt n– Wymer! This is for your benefit.
    Would you kindly wake up? I’ve no intention of going through this all
    again.
    WYMER: Ahhh.
    HUMPHREY: Uhh, we’ll take the foreplay as read, if you don’t mind, dear.
    HELEN: No, of course not, Humphrey.
    HUMPHREY: So, the man starts by entering– or mounting– his good lady wife
    in the standard way. Uh, the penis is now, as you will observe, more or
    less, fully erect. There we are. Ah, that’s better. Now,– Carter.
    CARTER: Yes, sir?
    HUMPHREY: What is it?
    CARTER: It’s an ocarina, sir.
    HUMPHREY: Bring it up here. The man now starts making thrusting movements
    with his pelvic area, moving the penis up and down inside the vagina, so–
    Put it there, boy. Put it there on the table.
    [clunk]
    While the wife maximizes her clitoral stimulation by the shaft of the
    penis by pushing forward,– Thank you, dear. Now, as sexual…
    BIGGS: [chuckling]
    HUMPHREY: …excitement mounts, uh,– What’s funny, Biggs?
    BIGGS: Uh,– Oh, nothing, sir.
    HUMPHREY: Oh, do please share your little joke with the rest of us. I mean,
    obviously something frightfully funny’s going on.
    PUPIL: [chuckle]
    BIGGS: No. Honestly, sir.
    HUMPHREY: Well, as it’s so funny, I think you’d better be selected to play
    for the boys’ team in the rugby match against the masters this afternoon!
    [morbid music]

  2. Raffa afferma:

    Rimanendo su Monty Python, mi permetto di segnalare “Every sperm is sacred”, in cui si può notare una bel babbo cattolico irlandese cantare lodi allo sperma (ma poi cantano un po’ tutti). Insomma, una canzone per tutta la famiglia.

    http://video.google.com/videoplay?docid=9002085385040727366

  3. Panny afferma:

    Cascioli… ma va a cagher!!!

Lascia un commento