Ne son passati di segnali sotto i mari !!

atlanticcable.jpgDopo anni di progetto e anni di tentativi, il primo cavo intercontinentale sottomarino fu posato con successo tra Bay of Valentia (in Irlanda) e Trinity Bay (negli Stati Uniti) da due navi, la Niagara (statunitense) e la Agamemnon (britannica) il 4 Agosto 1858. Nasceva così la Atlantic Telegraph. Ancora nessuno sapeva dell’esistenza delle onde elettromagnetiche, e tanto meno della propagazione in guida d’onda (infatti le applicazioni erano limitate al telegrafo) ma era comunque un passo epocale. Direi, senza tema di esagerare, che fu una data fondamentale nella storia delle telecomunicazioni, anche se probabilmente meno importante del 12 dicembre 1901, data della prima trasmissione radio intercontinentale ad opera di Marconi.
Da allora ne son passati di segnali sotto i mari, e oggi viviamo in un mondo in cui, a dispetto della grande diffusione delle trasmissioni via etere, i fondali dei mari e degli oceani sono variamente solcati da ogni sorta di cavi per telecomunicazioni, vecchi e nuovi.
Tutta ’sta retorica per dire cosa? Niente, solo che l’altro giorno ho chattato con Lorenzo, in Australia, ed è stato bello vedere che adesso lui indossa il maglione mentre io sono in canottiera. Questa immagine, ottenuta con il Visual Route, non rende conto del passaggio dei cavi sottomarini da Hong Kong.

La storia del cavo atlantico »

Lascia un commento